Uca

Distribuzione geografica: Molte le specie presenti in acque salmastre e nei mangrovieti di zone tropicali: America centro-meridionale, Africa, isole dell’oceano indiano e pacifico, sud-est asiatico.

Dimorfismo sessuale: Maschio con chela molto sviluppata mentre la femmina si presenta con le chele uguali.

Riproduzione: Difficilissima in acquario, in natura avviene attraverso il rilascio di uova da parte delle femmine durante le fasi di alta marea. Le larve hanno cinque fasi di sviluppo e un tempo di sviluppo totale di otto settimane.

Alimentazione: Detriti vegetali e animali, cibo per pesci, alghe, cadaveri di pesci e molluschi.

Descrizione: Sono animali moltoa abili nello scavare tane profonde in prossimità della zona costiera. Il loro ciclo vitale è scandito dall’alternarsi delle maree: si nasconde durante le fasi di alta marea, mentre quando è bassa fuoriesce dalla tana per cercare del cibo. In questo caso possono resistere all’asciutto per parecchie ore. La caratteristica morfologica più interessante è rappresentata nei soggetti maschi da una chela molto maggiore per dimensioni rispetto all’altra. Hanno un carapace di colori accessi variabili. Spesso vengon studiati proprio per i loro comportamenti territoriali fra maschi e per i combattimenti che vengon generati usando le famose chele maggiori. In realtà esse sono anche un forte richiamo sessuale per le femmine, oltre che arma da attacco e difesa. Se durante questi scontri qualcuno di essi perde una chela, questa verrà rigenerata nel corso della successiva muta. Ottimo scavatore e infossatore.

Allevamento: Acqua declorata, ph alcalino, temperatura 22-28 gradi. Preferiscono di gran lunga l’acqua salmastra, ma potete allevarli con successo anche in acqua dolce. Non sovraffollate l’acquario e cercate di garantire la presenza di zone asciutte dove possano riposare e un fondo sabbioso per creare le tane tanto amate. E’ d’obbligo un acquario chiuso per evitare possibili fughe. E’ un animale molto pacifico e difficilmente preda piccoli pesci o animali di piccola taglia. L’unico atteggiamento aggressivo si verifica nelle lotte tra maschi, che comunque quasi mai sono cruente, ma solo dimostrative.

FONTE IMMAGINE: www.blogalileo.com
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *