Helostoma Temminckii

Distribuzione geografica: Asia sud orientale.

Riproduzione: La deposizione delle uova può avvenire sia senza la presenza del nido, sia con la costruzione da parte del maschio di un nido puramente simbolico e non funzionale alle esigenze della coppia. Anche le successive cure parentali non sono particolarmente attente e applicate dal maschio. In ogni caso la schiusa delle uova avviene dopo circa 24 ore dalla deposizione: se volete accorciare il lieto evento dovete aumentare leggermente la temperatura.

Alimentazione: Ampia gamma di alimenti, ma una componente vegetale non può mancare.

Descrizione: In natura raggiunge dimensioni notevoli, mentre in acquario non supera i 15 cm. E’ un esemplare pacifico e nonostante le inevitabili prove di forza tra diversi soggetti, può convivere con molti altri compagni di vasca. Fate attenzione alle piante più delicate che avete in vasca in quanto ama molto assaggiare le foglie più giovani. Il suo colore naturale è argenteo con tutta una serie di puntini scuri sparsi sul corpo. La varietà che viene invece più commercializzata in acquariofilia ha colorazione rosa pallido. La sua caratteristica principale consiste in una bocca con grosse labbra, arricciate in modo tale che sembrino pronte al bacio. Possiedono anche delle spine simili ad aculei nelle loro pinne dorsali e anali. La classica posizione del bacio viene assunta dagli adulti quando raschiano le alghe o danno vita a manifestazioni di lotta per il territorio: non è una manifestazione di affetto ma una dimostrazione di forza che non danneggia nessuno degli esemplari coinvolti.

Allevamento: L’acquario allestito per questa specie deve essere ovviamente grande viste le dimensioni che può raggiungere. Sebbene sia gradita una vegetazione fitta come da classico acquario di anabantidi, inserite soprattutto piante molto resistenti e sgradevoli nel sapore poichè il gurami baciatore ha il vizietto di danneggiare le foglie tenere. Arricchite tutto con legni di torbiera e altre rocce per l’allestimento. Le proprietà chimiche dell’acqua non sono cruciali e la temperatura deve essere compresa tra i 22 e i 30 gradi.

FONTE IMMAGINE: www.animalpicturesarchive.com
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *